B. è un capro espiatorio

Stavo pensando al fatto che anche se B. se ne andasse saremmo comunque nella merda.

Mafia ovunque, informazione controllate, compagni di merende che fan politica a sua immagine e somiglianza, corruzione a go-go, e nessuno con la quale prendersela. Il problema è questo: che noi ce la prendiamo con lui. Non è più il sistema, è lui. Buttiamo giù lui, e cosa succederà? Sarà tutto come prima. Non cambierà nulla: ha ragione Renzi, dice che da vent’anni i politici sono sempre gli stessi. Il problema del non avere il ricambio generazionale è che i politici odierni sono cresciuti con la politica “Made in Arcore”. Quindi sono corrotti, magari anche “in buona fede” (rabbrividisco), ma hanno un’idea della politica cosi costituita:

  • controllo dell’informazione
  • favoritismo
  • facciamo il minimo indispensabile
  • salviamo la nostra compagine e mettiamola a posto
  • il potere è nostro e siamo sovrani

Il discorso che voglio fare è che per cambiare non bisogna solo cercare di mandare a casa B.: bisogna cercare di cambiare il sistema. Il ricambio generazionale in questo senso è d’obbligo, ma non basta, bisogna fare di più: bisogna creare regole chiare e certe, bisogna avere una giustizia che funzioni, che sia chiara, che se uno è colpevole paga, e non ci sono cazzi che tengano. Bisogna avere una legge sul conflitto d’interessi, bisogna liberalizzare l’informazione: bisogna avere scelta, insomma. In un mio vecchio articolo parlavo di “scelta” come prima forma di “libertà”, e se ci pensate  vero: posso scegliere di guardami n film, n programmi culturali, n telegiornali. Non sempre gli stessi. E poi ci deve essere concorrenza. Se invece la busta paga arriva sempre dallo stesso, ma quale concorrenza vuoi che si facciano?

I tre punti fondamentali sul quale un partito, destra o sinistra che sia, dovrebbe puntare attualmente sono questi: giustizia, informazione, ricambio generazionale. Credo che sia l’unico modo per far si che qualsiasi futura guida possa permettere la crescita del Paese.

E’ inutile, al momento, battersi per avere più fondi per la cultura, per la sanità, per qualsiasi cosa, se tanto non ci sono le fondamenta. Per capirci: non posso spendere migliaia di euro euro per un tetto iper-tecnologico se le fondamenta della casa sono inesistenti. Prima o poi il tetto crolla insieme al resto, la casa implode. Ed è un pò quello che si sta accadendo.

Inoltre credo che ci debba essere molta più trasparenza. Se dicono che stanziano n euro per qualcosa, voglio vedere effettivamente dove sono andati a finire. Non chiedo servizi al tg serale, ma chiedo che se vado su internet in maniera facile e intuitiva riesca a capire dove questi soldi (nostri) sono finiti. E chi fa politica, più in alto va e meno vita privata deve avere: se sei il Premier, sei la guida del Paese. E quindi non puoi avere vita privata: devi essere un’esempio, sul lavoro come nella vita quotidiana. Se faccio un partito e mi baso solo su questi tre punti, volete vedere che senza fare alleanze strane ho la maggioranza dei voti?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: